Diventare decoratore d'interni: il budget per iniziare

decoratore d

I nostri esperti hanno creato un business plan per un decoratore d'interni, completamente personalizzabile.

Quanto è necessario per diventare decoratore d'interni?
Quali strumenti bisogna acquistare?
È possibile diventare decoratore d'interni senza fondi?
Quale redditività aspettarsi?

Questo articolo è stato scritto per aiutarti a rispondere a queste domande.

Inoltre, se desideri un'analisi finanziaria precisa della tua attività di decoratore d'interni, scarica il nostro modello finanziario elaborato per un decoratore d'interni.

decoratore d

Le seguenti stime si basano su diverse fonti ma anche sulla nostra esperienza in termini di redazione di business plan per decoratori d'interni. Naturalmente, ogni progetto imprenditoriale è diverso e le seguenti cifre non riflettono tutte le possibili realtà. Questo contenuto ti viene consegnato per informarti e non per consigliarti. Pertanto, non sostituisce in alcun modo un giudizio esperto e soprattutto specifico per il tuo progetto imprenditoriale.

Qual è il totale degli investimenti per l'avviare un'attività di decorazione di interni?

In genere, l'importo totale dell'investimento per diventare decoratore d'interni si ipotizza in un range compreso tra i 1,900 e i 19,000 euro.

Ovviamente, alcuni imprevisti possono modificare il budget.

Il nostro team ha stilato alcuni esempi di variabili che potrebbero variare il budget iniziale di questo tipo di progetto:
- se deciderai di affittare il locale (o meno)
- l'importo che spenderai per creare il tuo sito web
- il numero di dipendenti del tuo team (segretaria, contabile, assistente, ecc.)
- le spese di formazione (se desidererai ottenere delle qualifiche)
- se deciderai anche di produrre e vendere i tuoi oggetti decorativi

Per accedere a una stima rapida e personalizzata del bilancio iniziale del tuo progetto, puoi utilizzare il nostro modello finanziario elaborato per un decoratore d'interni.

Come riuscire a diventare decoratore d'interni senza soldi?

Diventare decoratore d'interni senza soldi sul conto è, teoricamente, plausibile ma difficile da realizzare.

È, in effetti, possibile fare appello a investitori privati, che potrebbero prestarti l'ammontare di denaro di cui hai bisogno per dare il via al tuo progetto.

In ogni caso, non inoltrare proposte a queste istituzioni senza aver raccolto , prima di tutto, una somma di denaro, che costituirà un contributo personale.

Per quale motivo? Perché disporre di un una quota di capitale nel corso di una richiesta di finanziamento permette, notoriamente, di far vedere che sei veramente affidabile in questo progetto.

In genere, questo contributo deve essere nel range del 15-20% del budget di partenza della tua attività.

Vi sono però diverse alternative ipotizzabili per raccogliere la somma necessaria. Ad esempio, i soldi dei tuoi familiari, le organizzazioni di prestito tra imprenditori come anche le sovvenzioni degli enti pubblici.

Una volta che avrai ottenuto un contributo prendi appuntamento presso investitori privati, per raccogliere tutti i finanziamenti necessari per la tua attività di decoratore d'interni.

In ogni caso, è arrivato il momento di far vedere che la tua attività di decoratore d'interni rappresenta un'idea valida. Per riuscire a farlo, puoi completare il nostro business plan per un decoratore d'interni.

decoratore d

Quali sono gli investimenti necessari per diventare decoratore d'interni?

Quali attrezzature servono per avviare un minimarket?

Sarà necessario prendersi del tempo per riflettere su come acquisire l'attrezzatura adeguata per diventare decoratore d'interni.

Tra le spese iniziali della tua attività di decoratore d'interni, ci saranno ad esempio, dei campioni di tessuti, dei pastelli secchi, dei mobili per ufficio per l'agenzia, delle schede di presentazione degli schizzi, un computer portatile, un metro, dei righelli, una matita meccanica, dei software di interior design (Sketchup pro, Twilight Render, ecc.) e dei feltri.

Tieni a mente che questi sono solo alcuni esempi. L'elenco delle attrezzature necessarie sarà probabilmente più lungo.

Per ottenere ammontare e attrezzatura, utilizza il nostro modello finanziario elaborato per un decoratore d'interni.

Cos'altro deve essere tenuto in considerazione per un decoratore d'interni?

La creazione della società

La tua attività di decoratore d'interni , è considerato un vero e proprio business. Tuttavia, considera che l'avvio di un'impresa richiede alcuni investimenti.

Ecco alcuni esempi di spese per questo budget: costi relativi alle formalità di registrazione delle imprese, costi di iscrizione, oneri contabili, commissioni per un business plan, o meglio spese di apertura conto corrente bancario.

Se assumi (un assistente part-time, un assistente virtuale, un grafico, ecc.), ci sarà un costo aggiuntivo.

Ecco alcuni esempi di spese che si possono trovare in questa categoria: pagamenti effettuati ad agenzie di collocamento, stipendi e contributi, consulenza di professionisti legali, sostegno alla formazione di queste persone.

Spese di marketing

Dovrai investire in azioni di comunicazione per attirare i clienti per la tua attività di decoratore d'interni.

Ecco alcuni esempi di spese per questo budget:
- il design di un sito web per la tua attività di decoratore d'interni
- Facebook Ads (al fine di pubblicizzare i vostri servizi di consulenza, decorazione e allestimento)
- Spese per brochure e manifesti
- spazio su un giornale
- la remunerazione di un community manager
- contratti con influencer

Altre spese da tenere in conto

È necessario stanziare dei fondi per spese bancarie e forniture.

Inoltre, non dimenticare una somma per finanziare il capitale circolante della tua attività di decoratore d'interni: una somma che permetterà di far fronte agli imprevisti dei prossimi 9 mesi.

Infine, non dimenticare di includere i tuoi pagamenti mensili del credito, nel caso in cui tu ottenga un prestito per finanziare la tua attività di decoratore d'interni.

Il budget iniziale, completo e preventivato è accessibile scaricando la previsione finanziaria adattata al modello di business di un decoratore d'interni. decoratore d

Quanto tempo serve per rendere redditizio un decoratore d'interni?

Il rendimento della tua attività di decoratore d'interni passa per tre differenti elementi: il tuo budget iniziale, il reddito della tua attività e infine il margine di profitto netto.

Questi termini sembrano difficili da capire? Ti aiutiamo a vedere le cose più chiaramente. Considera una situazione in cui supponiamo che il bilancio iniziale della tua attività di decoratore d'interni raggiunga i 2,280 euro.

Inoltre, diciamo che la tua attività di decoratore d'interni sia in grado di generare 89.600,000 euro di fatturato.

Per concludere, consideriamo che il margine netto rappresenti il 0.2 del fatturato generato.

Il nostro primo calcolo è in grado di mostrarci il potenziale di redditività: la tua attività di decoratore d'interni produrrà 20% x 89.600,000 = 17920. euro di profitto netto, ogni anno.

A questo punto, serviranno 2,280 / 17920. = 0.13 anno alla tua decoratore d'interni per "recuperare" il denaro investito nel bilancio provvisorio.

In altre parole, in questo esempio, il decoratore d'interni rappresenterà un progetto d'impresa solido e redditizio dopo 2 mesi di attività.

Speriamo che questo esempio possa esserti d'aiuto. Stai attento però, cifre e dati specifici per tuo progetto imprenditoriale saranno diversi da questo esempio. Vuoi conoscere il punto di pareggio della tua attività di decoratore d'interni? Scarica il nostro modello Excel per un decoratore d'interni.

Altri grandi articoli

Elaborare un studio di mercato per un decoratore d'interni
Fare il business plan di un decoratore d'interni
La redditività di l'avvio di un'attività di decorazione di interni (interior design)
Redarre un plan finanziario per un decoratore d'interni